La Franciacorta

La Franciacorta

Con il nome Franciacorta si identifica un territorio di dolci colline moreniche, disposte concentricamente attorno al lago d’Iseo.
Questo anfiteatro morenico si è sviluppato all’epoca della glaciazione della Terra (era Geologica Secondaria e Terziaria), ad opera di un grande ghiacciaio proveniente dalla Valcamonica.
Franciacorta: un nome accattivante di una bella terra, che Gabriele Rosa descrisse come “un’ondata di colline succedentesi variamente alle falde degli estremi lembi dell’Alpi retiche”.
Il significato del nome resta tutt’ora impenetrabile, secondo analisi storiografiche attente e documentate.
Dal punto di vista morfologico e geologico è un territorio estremamente eterogeneo.
Geograficamente si presenta come zona collinare, compresa tra il lago d’Iseo e la pianura padana e quindi il clima ricade nella regione mesoclimatica insubrica, mesoclima tipico della regione dei laghi.
I sistemi di allevamento, adottati nei vigneti dall’inizio degli anni ‘80, sono a spalliera bassa, Guyot e Cordone speronato, con densità di impianto tra i 4000 – 5000 ceppi/ha.
I vitigni coltivati per produrre il Franciacorta DOCG sono Chardonnay, Pinot Bianco e Pinot Nero; la superficie totale di vigneti rivendicati a Franciacorta DOCG si aggira attorn ai 1730 ettari totali.
Il 21 luglio 1967 il Franciacorta è riconosciuto come vino di pregio e di qualità, ottenendo la denominazione d’origine controllata (DOC), fra i primi 11 vini italiani; dal 1° settembre 1995 è riconosciuto come Franciacorta DOCG, il cui disciplinare vieta, nella designazione, l’uso della parola spumante e del metodo di produzione: con un solo termine “Franciacorta” si indica tipologia, metodo e territorio.

 
__________________________________________________________________
Tenuta Monte Delma di Berardi P. & P. Soc. Agr. 25050 Passirano (Brescia) - Italia - Tel. e Fax. + 39 030 6546161 - Privacy